• Home
  • Sport
  • Medaglia d’argento agli Europei: le majorettes volano verso i Mondiali

Medaglia d’argento agli Europei: le majorettes volano verso i Mondiali

372

Nella palestra di via Piave a Pontoglio stanno sbocciando alcuni talenti del twirling molto promettenti che hanno già iniziato a collezionare preziose medaglie. Noemi Lancini, Chiara Longhi, Lara Lorenzi, Erika Ravizza e Dalila Redona: sono cinque le giovanissime majorettes del gruppo dilettantistico Blue Star che si sono classificate al secondo posto nella categoria Pompons ai Campionati Europei di Twirling, che si sono tenuti a Lignano Sabbiadoro dal 17 al 21 aprile. «È stata una medaglia totalmente inaspettata perché in questa specialità ci stiamo allenando solamente da ottobre, ma alla fine sono riuscite a superare anche nazioni più esperte e organizzate – ha commentato felicissima l’allenatrice –. Le ragazze se la sono meritata perché sono state bravissime e si sono impegnate tanto, allenandosi più di tre volte a settimane, anche la domenica e durante le vacanze di Natale».

Le giovani atlete – oltre a essersi messe al collo una bellissima medaglia d’argento, piazzandosi alle spalle della più esperta Francia – sono anche state premiate dal sindaco di Pontoglio con una cerimonia ufficiale che si è svolta sabato 27 aprile. Un evento che ha fatto inorgoglire l’intera comunità pontogliese e in particolar modo la presidente del gruppo twirling Elena Tomasoni e la coach Karen Pezzotta che ha seguito passo passo gli allenamenti delle cinque ragazze. Immensa la gioia di tutti per la grande prestazione di Lignano, in primis per i genitori delle atlete che le hanno seguite e supportate da vicino e nemmeno loro si aspettavano un successo così emozionante. «Vedere l’impegno delle ragazze, che ci hanno messo anima e corpo è stata la cosa più bella – continua Karen Pezzotta –. Sono riuscite a superare i momenti di emozione e di paura e hanno fatto un’esibizione fantastica, trasmettendo a tutti una grande energia e una carica stupenda». 

Tanti sono stati i sacrifici fatti dalle giovanissime portacolori della Nazionale italiana che adesso sono già concentrate sui prossimi appuntamenti in programma, ovvero i Mondiali che si terranno l’anno prossimo in Olanda. Con la speranza che possano mettersi al collo un’altra sensazionale medaglia.

Leggi anche:

Articoli simili

Memorabile doveva essere e memorabile è stato. Il passaggio della Mille Miglia a Pontoglio - una pr

Solitamente si pensa agli expat come giovani che si trasferiscono in Paesi considerati ricchi, come

Le relazioni tra fratelli e sorelle sono molto particolari e peculiari: a volte è la complicità a

Rispondi